Questo sito utilizza cookie per seguirti nei servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sull'apposito bottone.

Cliccando OK acconsenti all'uso dei cookie.

Indietro

Casa Fenzi. L'Ulss 2 replica a Bortoluzzi: "Ad oggi risultano sette decessi di ospiti Covid positivi. Fornito il massimo supporto, testati tutti gli ospiti e gli operatori".

(n. 137/2020) In relazione alle affermazioni fatte dal consigliere provinciale del Pd Alessandro Bortoluzzi sul tema Covid e Case di riposo, con particolare riferimento a Casa Fenzi, l’Ulss 2 precisa quanto segue: 

L’Azienda Ulss 2 “Marca trevigiana” ha seguito con particolare attenzione, attivando una task force dedicata, l’evolversi della diffusione del Covid-19 nei 57 Centri di Servizio per persone anziane del proprio territorio. Tutti gli ospiti e tutti gli operatori sono stati sottoposti a test rapidi e, nel caso di positività, a tampone. Complessivamente sono stati testati 6200 ospiti e 5578 operatori, riscontrando una positività del 3,3% tra gli ospiti e del 2,1% tra gli operatori.
Questo primo screening completo delle Case di riposo ha permesso di evidenziare che esistono attualmente:

Per quanto riguarda gli ospiti

  • 15 strutture con zero positivi
  • 35 con un numero di positivi compreso tra 1 e 3
  •  7 strutture con un numero di positivi superiore a 4

Per quanto riguarda gli operatori

  • 28 strutture con zero positivi
  • 22 con un numero di positivi da 1 a 3
  •  7 strutture con più di 4 operatori positivi

Tutte le strutture sono costantemente seguite dal personale sanitario dell’Ulss 2, dai medici coordinatori dei Centri di Servizio, dai medici delle strutture in stretta ed efficace collaborazione con il personale delle residenze e con le loro direzioni. L’Ulss 2 ha predisposto, come da indicazioni regionali, il “Piano di Sanità Pubblica” che prevede un monitoraggio costante, che proseguirà per tutto il periodo dell’emergenza e anche in quello successivo. 

CASA FENZI. Tra le strutture oggetto di particolare attenzione vi è, a Conegliano, Casa Fenzi nella quale, eseguiti i test e i tamponi a tutti gli ospiti e a tutto il personale, è emersa la positività per 100 ospiti su 184 (89 dei quali asintomatici e 11 paucisintomatici) e per 36 operatori su 160.
I dati ufficiali evidenziano, ad ora, 7 decessi di pazienti con Covid: 3 avvenuti nella struttura (uno dei quali relativo a un anziano con patologia in fase terminale) e 4 ricoverati in ospedale. 
L’Ulss 2 ha fornito alla struttura, anche nelle scorse settimane, la continua consulenza del Responsabile della task force dedicata, dott. Franco Moretto, del medico coordinatore della struttura, dott.ssa Lucia Dalla Torre, e del Direttore dell’U.O.C. di Malattie Infettive dell’Ospedale Ca’ Foncello, dott. Piergiorgio Scotton, per la valutazione dei pazienti positivi e per l’effettuazione delle necessarie terapie.
 La direzione della struttura ha già predisposto, con la consulenza dei medici dell’Ulss 2 l’organizzazione di  aree di degenza separate.
L’Ulss 2 ha inoltre fornito, da quando è emerso il focolaio, tutti i DPI richiesti della direzione della struttura. In particolare dal 27 marzo scorso sono state fornite 4975 mascherine chirurgiche, 1710 mascherine FFP2 oltre a camici, visiere, gel disinfettante. 
Nella collaborazione costante tra la Direzione del Centro di Servizi e l’Ulss sono state messe a disposizione, inoltre, varie soluzioni per la ricerca di personale, compresa la possibilità di utilizzare personale dell’Ulss stessa, qualora si fosse incontrata una carenza tale da non riuscire a garantire i turni.


Altre Informazioni

Pubblicato da Ufficio Stampa ULSS 2 Marca trevigiana, il giorno 20 aprile 2020

Categorizzato in News, Istituzionale, Salute, Emergenze, Sociale