Questo sito utilizza cookie per seguirti nei servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sull'apposito bottone.

Cliccando OK acconsenti all'uso dei cookie.

Indietro

Il primario di oncologia di Oderzo: Il reparto sarà ampliato e l'organico potenziato

(n. 55/2019) In relazione all’articolo comparso oggi su un quotidiano locale dal titolo “Fa la chemio in poltrona, mancano spazi” il primario dell’Unità Operativa di Oncologia dell’Ospedale di Oderzo, Stefano Lamon, precisa quanto segue: 

 “Va innanzitutto sottolineato che a volere fortemente l’Unità Operativa di Oncologia ad Oderzo è stato il dr. Benazzi. Il direttore generale l’ha attivata per dare l’opportunità ai pazienti dell’opitergino mottense di avere un punto di riferimento per le terapie oncologiche vicino a casa. Prima i disagi per molti di loro, costretti a fare riferimento a Treviso, erano notevoli. Siamo consapevoli che il Reparto ha bisogno di adeguamenti, conosciamo perfettamente gli ambiti su cui è necessario intervenire e lo stiamo facendo. 

Per quanto riguarda i locali - anticipa Lamon - già dal prossimo mese partiranno i lavori di adeguamento e ampliamento che ci consentiranno di mettere a disposizione dei pazienti spazi più confortevoli sia per l’attesa che per le visite le terapie. Non solo, le postazioni per l’effettuazione delle chemio saranno più che raddoppiate: passeranno, infatti, dalle quattro attuali a dieci”. 
Sul fronte del personale, invece, è previsto, sempre ad aprile, l’arrivo sia di un nuovo medico – la dr.ssa Babare -  sia di due infermieri. Per l’assunzione di questi ultimi si è dovuta attendere la conclusione del concorso regionale e ora l’Ulss sta procedendo.

Ai pazienti chiedo quindi di sopportare qualche piccolo disagio legato all’attuale situazione e ai futuri lavori, considerato che nel giro di poco tempo a disposizione un Reparto di Oncologia ampio, attrezzato e confortevole in day hospital, adeguato alla fragilità dei nostri pazienti”.   

Nei primi cinque mesi di operatività del 2018 il Servizio di Oncologia di Oderzo ha effettuato 1.250 visite e 745 terapie infusive. 


Altre Informazioni

Pubblicato da Ufficio Stampa ULSS 2 Marca trevigiana, il giorno 18 marzo 2019

Categorizzato in News, Salute