Questo sito utilizza cookie per seguirti nei servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sull'apposito bottone.

Cliccando OK acconsenti all'uso dei cookie.

Indietro

Scopre il tumore a gravidanza avanzata, 39enne riesce a dare alla luce il figlio prima di morire

(n. 257/2019) Ha scoperto di avere un brutto tumore al seno, con metastasi diffuse, a gravidanza ormai avanzata. Il 17 ottobre, quando è arrivata la diagnosi ed è emersa la gravità delle sue condizioni è stata immediatamente ricoverata nell’Unità Operativa di Ostetricia-Ginecologia dell’ospedale Ca’ Foncello dove è spirata ieri notte, poche ore dopo aver dato alla luce quel figlio che tanto aveva voluto.

E’ deceduta all’ 01.05 della notte tra sabato e domenica una 39enne di origini africane. Durante il ricovero gli accertamenti avevano evidenziato un quadro clinico decisamente grave, con un tumore in fase avanzata e metastasi diffuse. Sabato, a seguito di un ulteriore peggioramento, era stato disposto il trasferimento in Rianimazione. Alle 21.56 i medici, visto il quadro clinico complessivo, avevano deciso di praticarle un cesareo, per non far correre rischi al bambino. 
Il bimbo, che alla nascita pesava 1,4 kg, è stato subito ricoverato in Patologia Neonatale. La mamma, le cui condizioni si sono ulteriormente aggravate dopo il parto, è spirata poche ore dopo aver dato alla luce il figlioletto. 
 
La drammatica vicenda della 39enne ha commosso tutte le équipe che l’hanno seguita: oltre a Ostetricia-Ginecologia, Patologia Neonatale, Breast Unit, Oncologia e Rianimazione: “Ci siamo stretti tutti attorno a questa mamma, che fino alla fine ha lottato con grande coraggio, e alla sua famiglia cui vanno le nostre più sentite condoglianze”, ha commentato il primario Busato. 


Altre Informazioni

Pubblicato da Ufficio Stampa ULSS 2 Marca trevigiana, il giorno 28 ottobre 2019

Categorizzato in News, Istituzionale, Eventi, Salute