Questo sito utilizza cookie per seguirti nei servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sull'apposito bottone.

Cliccando OK acconsenti all'uso dei cookie.

Indietro

Ride4AIL, in bici ad Assisi per sostenere l'Ematologia trevigiana

(n.087/2016) Ride4Ail: da Treviso ad Assisi in 4 giorni di bicicletta, per sensibilizzare al sostegno dell’Ail (Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma onlus) di Treviso, e con essa il reparto di Ematologia del Ca’ Foncello. La partenza ufficiale si terrà domani venerdì 8 luglio intorno alle 11.00 nel piazzale dell’Ospedale di Treviso, dove i ciclisti giungeranno già in sella da Vazzola. Anima della corsa sarà l’ideatore e promotore del progetto, Paolo Cescon, in compagnia di altri 4 amici (Dario Salatin, Milva Luzzi, Massimo Zanini e Stefano Ros) e di un’ospite d’eccezione: Mauro Da Dalto, ex ciclista professionista nelle file di Liquigas e Lampre. «Festeggio il primo anno della mia nuova vita» ha spiegato Paolo Cescon, l’artefice di tutto il progetto, che metterà cuore, muscoli e polmoni a servizio di chi ogni giorno lotta costantemente per la vita: lo farà portandosi come portafortuna una maglia rosa, quella che direttamente dal Giro d’Italia gli è stata regalata da Bartoletti. «Appoggio in pieno tutto il progetto creato da Paolo» ha aggiunto Da Dalto, che ha voluto sottolineare l’affinità tra il ciclismo e la vita, soprattutto quando viene resa difficile dalla malattia: «Nel mondo del ciclismo si lotta sempre fino in fondo, non ci si arrende mai» ha spiegato il ciclista. Domani mattina, nel primo spostamento dalla piazza di Vazzola verso il Ca’ Foncello, i protagonisti della cavalcata saranno accompagnati dalla piazza di Vazzola da cicloamatori, gruppi sportivi e associazioni (Avis, Aido e molte altre): un simbolico abbraccio prima della discesa verso la città di San Francesco. La prima tappa porterà i sei atleti, seguiti da uno staff di 12 persone, fino a Mesola, in Emilia Romagna, dopo aver percorso ben 135 km. Il giorno seguente invece si procederà con la tappa Mesola-Pesaro (160 km), che prevede la sosta a Cesenatico, per far visita e rendere omaggio al luogo in cui è sepolto Marco Pantani. Il terzo giorno si partirà alla volta di Loreto, per la più breve delle tappe – “solo” 97 km -. L’ultima parte del percorso, da Loreto ad Assisi, vedrà Paolo e compagni percorrere gli ultimi 109 km in vista dell’arrivo, per completare la lunga marcia di 500 km dal Veneto fino in Umbria. Durante tutto il viaggio verranno raccolti fondi a sostegno dell’Ail, mentre i sei ciclisti verranno ospitati dai sindaci delle città, effettuando partenze ufficiali dalle piazze principali dei Comuni che li accoglieranno.

Altre Informazioni

Pubblicato da Ufficio Stampa ULSS 9, il giorno 7 luglio 2016

Categorizzato in News, Eventi, Salute, Cronaca