Home > Le nostre sedi > La rete degli ospedali > Ospedale Oderzo > PMA - Procreazione Medicalmente Assistita - Oderzo

PMA - Procreazione Medicalmente Assistita

Ospedale Oderzo

Segreteria
Telefono 0422 715494
pma.oderzo@aulss2.veneto.it
Presidio Ospedaliero di Oderzo,
via Luzzatti 46,
Edificio 2 piano -1
Orario contatto telefonico
lunedì - dalle ore 09:00 alle 13:00
martedì - dalle ore 09:00 alle 13:00
mercoledì - dalle ore 09:00 alle 13:00
giovedì - dalle ore 09:00 alle 13:00
venerdì - dalle ore 09:00 alle 13:00
sabato - Chiuso
domenica - Chiuso
Vedi tutti gli orari Chiudi tutti gli orari

Direzione
foto_utente
MAGOGA GIULIA Direttore
CV
Equipe
foto_utente
FRANZO' SIMONA Medico
foto_utente
GATTARA ALESSIA Medico
foto_utente
NAPOLITANO GIOVANNA MARIA CRISTINA Medico
foto_utente
BERTOLDO ALESSANDRO Biologo
foto_utente
CALLEGARI MAURA Biologo
foto_utente
GOBBO VALENTINA Biologo
foto_utente
VISINTIN ALEXA Infermiere
foto_utente
VISINTIN LUCIANA Infermiere
foto_utente
SPADARI CHIARA Psicologo

Il Centro di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) di Oderzo nasce nel 1992 , perseguendo tenacemente l’obiettivo di creare uno staff unito, affiatato e professionale per superare eventuali condizioni presenti nella coppia, che ostacolano completamente o parzialmente la possibilità di concepire naturalmente. Il Centro persegue anche la cultura della salute psicologica della coppia, offrendo un servizio di sostegno psicologico durante tutto il percorso di ricerca della gravidanza.

per la donna
indagini che permettono la valutazione dell’apparato genitale femminile con tecniche strumentali (ecografia, isteroscopia, isterosalpingografia, sono-isterosalpingografia);

per il partner maschile
possibilità di effettuare l’esame del liquido seminale, test di capacitazione, ricerca anticorpi liquido seminale (MAR-TEST), biopsia testicolare con eventuale crioconservazione dei gameti maschili;

Il Centro di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) di Oderzo è il centro di riferimento provinciale. 
Servizi erogati: 
  • inseminazione intrauterina IUI (tecnica di I°livello);
  • fecondazione in vitro: FIVET-ICSI (tecnica di II° livello);
  • consulenza per fisiopatologia della riproduzione (infertilità di coppia);
  • preservazione della fertilità in giovani donne in età fertile affette da patologie oncologiche il cui trattamento abbia un impatto negativo sulla fertilità;
  • preservazione della fertilità in donne affette da patologia impattante negativamente sulla fertilità o la cui cura possa danneggiarla profondamente (endometriosi, patologie cistiche dell'ovaio, mutazione del gene BRCA e/o mutazioni geniche oncopredisponenti, ecc), come da DRG.839 del 12/07/2022;
  • assistenza psicologica in tutte le fasi del percorso e, in particolare, per superare le reazioni emotive legate ad un eventuale fallimento del trattamento.

 
Ultimo aggiornamento: 24/06/2024
Il documento è stato elaborato da un gruppo multiprofessionale dell'Unità Operativa e dall'Ufficio Relazioni con il Pubblico