Questo sito utilizza cookie per seguirti nei servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sull'apposito bottone.

Cliccando OK acconsenti all'uso dei cookie.

Accesso civico a dati e documenti

(Art. 5 Decreto Legislativo del 14 marzo 2013, n. 33 e ss.mm.ii:)

comma 1: “L’obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.” (cosiddetto Accesso Civico)

comma 2: “Allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, chiunque ha diritto di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione ai sensi del presente decreto, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti secondo quanto previsto dall’articolo 5-bis.” (cosiddetto Accesso Generalizzato)

Accesso Civico 

La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e può essere indirizzata a:

  • responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, ove l’istanza abbia a oggetto dati, informazioni o documenti oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del Decreto Legislativo del 14 marzo 2013, n. 33;

Il recapito a cui indirizzare le richieste è:

  • PEC: protocollo.aulss2@pecveneto.it

Accesso Generalizzato

La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e può essere indirizzata a:

  • ufficio che detiene i dati, le informazioni o i documenti;
  • Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP);

I recapiti a cui indirizzare le richieste sono:

  • posta elettronica URP: urp.treviso@aulss2.veneto.it 
  • PEC: protocollo.aulss2@pecveneto.it

Ulteriori Riferimenti:

Determinazione ANAC del 28 dicembre 2016, n. 1309 “linee guida recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico di cui all’art. 5 co. 2 del D.Lgs. 33/2013”